Seguici su Facebook
Inserito in: Attrezzatura sportiva
16/05/2014

Cosa sono le biciclette elettriche

Autore: Manuela Coltelli

La bici elettrica, detta anche bicicletta a pedalata assistita, è un modello di bici che funziona tramite due meccanismi: l'azione propulsiva umana e l'azione di un motore elettrico.
Rispetto al passato, quando venivano impiegati motori a combustione interna, la bicicletta elettrica non emette alcun tipo di inquinamento. Il vecchio motore è stato infatti sostutuito da un più moderno motore elettrico.
Le bici elettriche garantiscono un'autonomia di circa 10 km; la ripartizione del lavoro tra motore e ciclista è variabile e selezionabile dal ciclista stesso.
In aggiunta alle componenti delle bici normali, le biciclette elettriche hanno caratteristiche elettriche: un motore, una batteria, un carica batteria, un freno, una centralina, un sensore di pedalata e un indicatore della batteria.
 

Tipologie di motore elettrico nella bici a pedalata assistita

Il motore elettrico può essere di due tipi: senza spazzole (brushless) e con le spazzole (brushed).
Quello senza spazzole ha un costo maggiore perchè non necessita di alcun tipo di manutenzione. La potenza dei motori attualmente in commercio può variare dai 180 watt ad oltre 1000 watt.
 

La direttiva europea sulle bici a pedalata assistita

Esiste una direttiva europea che definisce e regolamenta la categoria delle biciclette elettriche: la direttiva 2002/24/CE. Tale documento stabilisce inoltre dei criteri per quanto riguarda:
 

  • la potenza nominale massima del motore elettrico (che deve essere pari a 0,25 kw)
  • l'alimentazione del motore progressivamente ridotta ed interrotta al raggiungimento dei 25 km/h
  • l'alimentazione del motore interrotta prima di raggiungere i 25 km/h, qualora il ciclista smetta di pedalare


Questa direttiva è in vigore dal 31 gennaio 2003. Per i veicoli che non soddisfano tali requisiti è prevista l'omologazione e l'immatricolazione, perchè non possono essere riconosciuti come biciclette elettriche.
 

Le batterie delle bici elettriche

Per quanto riguarda le batterie, le migliori e più affidabili sono quelle agli ioni di litio che permettono di percorrere mediamente dai 40 ai 180 km. Molto importante per ridurre i consumi della batteria è il sensore di pedalata, fondamentale per la pedalata assistita in quanto svolge la funzione di comunicare alla centralina se si sta effettivamente pedalando.

Esistono due tipi di sensori: i sensori che rilevano solo la rotazione dei pedali e i sensori che rilevano l'effettiva potenza impressa dal ciclista sui pedali. Quest'ultima categoria è adatta principalmente alle persone con ridotta mobilità o a coloro che non vogliono rinunciare al piacere di una pedalata assistita dall'ausilio del motore qualora ci si stanchi.

Resta aggiornato su sport e fitness cliccando su Mi Piace
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia

Sport Magazine