Seguici su Facebook
Inserito in: Sport e curiosità
11/08/2014

Attrezzature per il gioco del ping pong

Autore: Manuela Coltelli

Ping pong

Il ping pong, anche detto tennis da tavolo, è uno degli sport maggiormente praticati nel panorama sportivo attuale. La particolarità di questo sport sta nel fatto che chiunque, a prescindere dall'età, può cimentarsi nella pratica di questo sport. 

Un altro vantaggio del ping pong è che lo si può praticare sia in ambienti esterni, come nel periodo estivo, sia negli ambienti al chiuso, durante i mesi invernali. 

In termini di preparazione fisica, il tennis da tavolo richiede doti di coordinazione psicomotoria, buoni riflessi e rapidità di movimento, perché si è soggetti alle continue stimolazioni fisiche e di concentrazione mentale, in quanto gli scambi avvengono in periodi di tempo brevissimi.

Come attrezzarsi per il ping pong

Se avete il desiderio di coinvolgere i vostri familiari o gli amici in un torneo di ping pong casalingo, dovete innanzitutto prepararvi riguardo alle attrezzature necessarie per il corretto svolgimento del gioco. 

Cominciamo con qualche accenno riguardante lo sport del ping pong, attualmente il più giocato al mondo con trecento milioni di giocatori amatoriali in tutto il mondo. 

Il ping pong può essere praticato in due giocatori che si sfidano l'un l'altro in un singolo, oppure in due squadre da due giocatori ciascuna. 

Per giocare correttamente, si deve disporre di uno spazio sufficientemente ampio nel quale sarà posto il tavolo da ping pong e un'aera aggiuntiva per le manovre di gioco. I giocatori devono essere equipaggiati di racchette da gioco e di una pallina regolamentare.

Il tavolo da gioco è posto al centro dell'area, tra un giocatore e l'altro e si compone di due metà, dette campo, divise tramite una rete di nylon. 

La pallina è sferica ed è generalmente fabbricata in celluloide. A tale riguardo, ricordatevi di non posizionare il tavolo in zone particolarmente ventilate, perché il controllo della pallina sarà più difficile. 

Le racchette invece possono essere di qualsiasi dimensione, peso e forma, purchè il telaio sia rigido e piatto. I due lati della racchetta che colpiscono la pallina devono essere rivestiti da un foglio di gomma, o gommapiuma, che presenti una puntinatura esterna. Se desiderate conoscere le specifiche tecniche di una racchetta da ping pong regolamentare, cliccate qui e leggete l'approfondimento. 

L'evoluzione dei materiali nella storia

Come la maggior parte degli sport, il ping pong si è evoluto insieme al progresso dei materiali, che hanno subito numerose modifiche nell'arco del tempo. Altre tipologie di modifiche sono state introdotte dalla I.T.T.F. (International Table Tennis Federation), che ha stabilito importanti variazioni al materiale da gioco. 

Una delle prime modifiche interessarono la gomma di copertura, che all'epoca poteva essere di qualsiasi colore. Questo però non permetteva ai giocatori di distinguere il lato della racchetta con cui l'avversario colpiva la pallina. A tale riguardo, fu stabilito l'obbligo della gomma rossa su un lato e nera sull'altro lato. 

Anche la pallina ha subito dei cambiamenti: le sue dimensioni sono state ampliate, per permettere al giocatore di individuarla meglio, rendendo il gioco più visibile anche per gli spettatori. 

Cosa aspettate! Allenatevi anche voi con il tennis da tavolo e scoprirete i suoi benefici, sia a favore della linea, sia come nutrimento per lo spirito!
Resta aggiornato su sport e fitness cliccando su Mi Piace
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia

Sport Magazine